Alluce valgo: cause, rimedi e decorso post-orperatorio

alluce valgoLa patologia denominata “alluce valgo” è un’infiammazione costante o recidivante della borsa mucosa che si trova alla base dell’impianto dell’alluce che consiste nello spostamento laterale della testa del primo metatarso, causa della ben nota e dolorosa “cipolla”, la sporgenza dell’osso, indice appunto della cosiddetta “borsite”.

Cause alluce valgo

Le cause dell’alluce valgo sono varie ed esistono diverse scuole di pensiero circa l’origine di questa patologia. Riassumiamo le più accreditate:

  • La predisposizione genetica. Secondo una larga fascia di medici, le cause dell’alluce valgo sono da riscontrare in una predisposizione insita nel dna di ognuno, e probabilmente anche trasmissibile per via ereditaria, consistente in una lassità muscolo-legamentosa che fa sì che, anche al netto di cause esterne, avvenga la distorsione del metatarso dell’alluce. Ma anche altre patologie quali i piedi piatti (che si ha quando l’arco mediale del piede a cadere sotto l’effetto del peso corporeo).
  • Le calzature. Una delle cause più avvalorate della patologia dell’alluce valgo, è quella conseguente all’utilizzo di calzature che costringono il piede in posizioni innaturali, facendo in modo che la giusta distribuzione del peso corporeo sulla superficie della pianta del piede sia compromessa, e scatenando quindi diverse patologie, tra le quali appunto l’alluce valgo.
  • La forma del piede. Tesi un po’ meno appoggiata dai chirurgi che però tende ad essere compresa tra le cause non esterne dell’alluce valgo è la forma del piede. È dimostrato infatti che chi ha l’alluce più lungo del resto delle dita tende a svilupparla.

Rimedi alluce valgo

La patologia dell’alluce valgo, consistente nello spostamento laterale dell’alluce e nello spostamento verso l’interno del primo metatarso, è una situazione che provoca molto dolore, tanto da impedire, nei casi può gravi, la normale deambulazione.

L’uso di analgesici e antinfiammatori può ridurre inizialmente il dolore associato a questa patologia, ma è solo un palliativo. Quando infatti la distorsione diventa più seria, bisogna ricorrere necessariamente ad un mirato ciclo di fisioterapia, che aiuta a migliorare, seppur momentaneamente, la sintomatologia dell’alluce valgo.

Se però la patologia è in uno stato più avanzato, l’unica soluzione rimane l’intervento chirurgico. Intervento detto anche osteotomia del primo metatarso con tecnica mininvasiva percutanea. Grazie a questo intervento l’osso si seziona, si sposta lateralmente, e si re-allinea con gli altri metatarsi.

Decorso post operatorio dopo intervento alluce valgo

Il decorso dopo l’intervento varia in base ad ogni paziente, ma non bisogna assolutamente avere paura dell’intervento all’alluce valgo. L’intervento infatti non è particolarmente doloroso, e il gonfiore e il leggero fastidio nei primi quindici giorni del periodo post-operatorio sono assolutamente normali, e facilmente limitabili dal paziente stesso. Dopo l’intervento è utile deambulare con apposite scarpe post-operatorie. Il decorso continua poi con medicazioni ogni due settimane. Il pieno recupero delle attività e della funzionalità del piede avviene nel giro di un mese.