Ammortizzatori auto: Cosa sono? A cosa servono? Quando si sostituiscono?

Ammortizzatori auto: cosa sono? A cosa servono? Gli ammortizzatori questi sconosciuti: più o meno tutti sanno che fanno parte delle sospensioni, ma probabilmente non tutti conoscono la loro precisa funzione. Normalmente gli ammortizzatori sono montati all’interno della spirale delle molle, in automobili molto sofisticate sono fuori dalla molla, ma la funzione rimane la stessa, andiamo a vedere quale: lo scopo di tutto il sistema delle sospensioni è di non farci sobbalzare ad ogni piccola irregolarità dell’asfalto: non solo sarebbe terribile il confort di marcia, ma la vettura si staccherebbe da terra per ogni piccola irregolarità del fondo, diventando rumorossissima e soprattutto praticamente incontrollabile, facendoci volare fuori strada anche a basse velocità. Cosa succede col sistema di molla e ammortizzatore? Al momento in cui, muovendoci, passiamo su un’irregolarità della strada, mettiamo un tombino, la molla si comprime: in questo modo noi nell’abitacolo sentiamo molto attutito il contraccolpo del passaggio su questa irregolarità. Una volta che si è compressa, la molla tornerà alla sua lunghezza naturale, per poi avere altre naturali compressioni ed estensioni prima di tornare del tutto ferma. Dato che noi che siamo seduti in auto, vogliamo che la molla assorba i colpi, ma non vogliamo certo oscillare insieme a lei, dopo ogni colpo, ecco che è stato inventato l’ammortizzatore: l’ammortizzatore permette alla molla di comprimersi quando passiamo su un ostacolo, ma ne smorza le oscillazioni successive.

Grazie alla “collaborazione” tra molla ed ammortizzatore, noi che viaggiamo sulla vettura godiamo di un confort ottimale, e nel contempo le gomme continuano a rimanere “incollate” all’asfalto, invece di saltare ad ogni piccola asperità stradale. Ovviamente, anche gli ammortizzatori, col tempo, possono “scaricarsi”, facendo venire meno entrambe le funzioni a cui sono preposti: la vettura inizierà ad oscillare prolungatamente dopo ogni irregolarità della strada, la tenuta di strada decadrà in modo avvertibile, le gomme si consumeranno più velocemente, gli spazi di frenata si allungheranno e anche i consumi peggioreranno.

Quando bisogna fare la revisione ammortizzatori auto? Normalmente, se si eseguono i controlli della manutenzione ordinaria, o tagliandi, ci saranno controlli programmati degli ammortizzatori, e sarà prevista la sostituzione di norma quando ci stiamo avvicinando a 80/100.000 kilometri. In linea generale, se riscontriamo tutti i sintomi di decadimento descritti nel paragrafo precedente, può essere il caso di controllare l’equilibratura delle gomme, e se i problemi permangono, di controllare gli ammortizzatori.